Il Territorio
biglia

Il centro abitato di Domus de Maria ha avuto origine nella prima metà del '700 a seguito dell’insediamento dei Padri Scolopi. Posto a 66 metri sul livello del mare, conta una popolazione residente di circa 1700 abitanti nel periodo invernale, superando le 20.000 presenze nella stagione estiva. Il territorio di Domus de Maria è contraddistinto da due differenti aree paesaggistiche: quella Montana e quella Costiera.
Il paesaggio montuoso offrirà un suggestivo panorama a chi intenda fare anche solo una semplicemente escursione nei suoi splendidi boschi, costituiti prevalentemente da Leccio, Corbezzolo e Erica Arborea, magari con la gradita sorpresa di incontrare qualche magnifico esemplare di Cervo sardo. Dall'alto promontorio di punta Sebera (mt. 979) lo sguardo spazia sul territorio del basso Sulcis sino a Teulada (Isola Rossa) e dall'altro lato sino al Golfo degli Angeli a Cagliari.
Il litorale è caratterizzato da ampie spiagge costituite da una fine sabbia ambrata, alternate a suggestive calette incastonate nella roccia granitica, davanti alle quali si estende un mare limpido e cristallino i cui colori, che vanno dal turchese al cobalto, sono un gradito preludio alle meraviglie serbate dai sui fondali.
A fare da cornice alle spiagge, dune coperte da ginepri secolari e diverse lagune popolate da fenicotteri rosa, aironi e cavalieri d'Italia.

L'antica città di Bithia sorge sui resti di antichi insediamenti presumibilmente attribuibili ad epoca nuragica e prenuragica. Il suo declino ebbe inizio nel corso del VII secolo d.C., dopo essere stato strategico scalo marittimo in epoca fenicia. La città, prima punico carteginese, in seguito romana, venne abbandonata in quanto troppo esposta alle scorribande dei pirati.

Oggi sono visibili i resti di un tempio punico sull'isolotto di su Cardolinu, i reperti rinvenuti fanno ipotizzare nell'area la presenza di un tophet. Ulteriori resti di abitazioni e di un secondo tempio, detto di Bes, si troverebbero nell’area a ridosso della spiaggia Sa Colonia.

La Torre di Chia, fa parte del complesso delle torri costiere di origine spagnola (XVII secolo) nate per volontà del viceré De Moncada nel 1578, con funzioni di difesa. Situata su di un magnifico punto panoramico, è raggiungibile con un percorso lastricato che riproduce le antiche strade romane, da cui si gode di una vista meravigliosa di grande suggestione, si rende visibile da gran parte della costa, ed è molto suggestiva anche di notte, quando il suo profilo viene illuminato dalla luce dei riflettori.

Nella P.zza Vittorio Emanuele a Domus de Maria ha sede la casa Museo, nelle cui sale sono sistemati, in ampie vetrine, diversi manufatti rinvenuti nel territorio, appartenenti alla civiltà fenicio punica.

Nel periodo estivo si svolge nelle piazze di Domus de Maria e Chia diverse manifestazioni che spaziano dagli incontri culturali (concerti, cinema, conferenze e dibatti), folkloristici ed enogastronomici che consentono ai visitatori di apprezzare le specialità tipiche della Cucina del luogo.

Per la ricorrenza di Pentecoste si svolge la tradizionale festa in onore dello Spirito Santo, suggestiva manifestazione religiosa che prevede una processione a piedi durante la quale il simulacro della SS. Trinità viene accompagnato da Domus de Maria alla chiesetta dello Spirto Santo di Chia.
La processione che accompagna il simulacro è formata da numerosi gruppi folkloristici a piedi e a cavallo, dalle traccas (carri addobbati a festa e trainati da buoi) e dai fedeli che seguono intonando preghiere in lingua sarda, accompagnate dalle immancabili launeddas. I festeggiamenti civili e religiosi durano 4 giorni, il terzo giorno il simulacro della SS. Trinità viene accompagnato in processione nel percorso inverso da Chia a Domus de Maria.

La festa patronale si svolge nella prima domenica di ottobre in onore della Beata Vergine del Rosario.

Oltre ai magnifici paesaggi e alla natura incontaminata alle splendide spiagge e alle acque cristalline, a Domus de Maria troverete:

...l'ospitalità presso diverse forme di ricettività che spaziano dall'Hotel 5 stelle fino all’accoglienza familiare nei diversi B&B presenti;
...i sapori e i profumi della nostra terra nei ristoranti tipici dove potrete gustare le migliori ricette della nostra tradizione;
...intrattenimento e svago nei locali e nelle piazze che ospitano le manifestazioni dell'estate mariese.

Come arrivare a Domus de Maria

Porto di Olbia: SS 131 fino a Cagliari poi proseguire sulla SS 195
Porto di Porto Torres: SS 131 fino a Cagliari poi proseguire sulla SS 195
Porto di Golfo Aranci: SS 131 fino a Cagliari poi proseguire sulla SS 195
Porto di Arbatax: SS 125 fino a Cagliari poi proseguire sulla SS 195
Porto di Cagliari: SS 195 Km 43
Aeroporto di Elmas: SS 131 fino a Cagliari poi proseguire sulla SS 195