Musei e luoghi da visitare

Visitare Domus de Maria è un’ottima occasione per trovarsi faccia a faccia con la storia e con la tradizione isolana.

bithia

Fra le bellezze che non passano inosservate c’è Bithia, antica città d’impianto fenicio punico che si trova nella frazione di Chia. Un tempo particolarmente importante, Bithia si estendeva lungo il meraviglioso promontorio nel quale odiernamente sorge la Torre di Chia; una visita attenta potrà consentire la riscoperta dei resti della cinta muraria e di alcune abitazioni, per quanto molto di quel che Bithia ha da offrire sia ancora nascosto sotto terra. Fra i ritrovamenti degni di nota la statua in arenaria del Dio Bes in forma bovina, individuata là dove un tempo sorgeva la necropoli e un tempio, oggi conservata al Museo Archeologico di Cagliari. L’isolotto adiacente al bel litorale conserva invece traccia dell’antico thofet, cimitero a incinerazione riservato esclusivamente ai bambini morti in giovanissima età o nati senza vita.

casa museo

Per approfondire lo stile di vita e le attività di tutti i giorni proprie della gente che abitò Bithia, si consiglia una visita alla Casa Museo in Piazza Vittorio Emanuele. All’interno della struttura sono esposti ritrovamenti archeologici di epoca non solo fenicia ma anche punica e romana recuperati sul territorio. All’interno della Casa Museo si potrà inoltre visitare la ricostruzione di una tomba fenicio punica dotata di corredo funerario.

torre di chia

Punto panoramico incredibilmente affascinante è quello della Torre di Chia, nata per desiderio del Viceré De Moncada nel 1578. Aveva il principale compito di difendere la foce del Rio di Chia, un tempo eccellente punto di approvvigionamento idrico per i pirati. Detta anche Torre dei santi de quaranta de Quia probabilmente per la vicinanza di una chiesetta altomedievale intitolata ai quaranta martiri di Sebaste, la Torre di Chia era sempre armata, fornita di cannoni  del calibro di 6 e 8 libre e abitata da una guarnigione di 5 persone, a cui si sommavano altri due soldati impegnati nelle postazioni di vedetta mobili. Alta 13 metri e con un diametro di 10 metri  la torre è oggi raggiungibile a piedi e offre a chi la raggiunge, data la sua posizione di vedetta, un panorama mozzafiato.

spartivento

Romantica e particolarmente consigliata anche l’escursione al vecchio faro di Capo Spartivento, facilmente raggiungibile, che immerge in scenari da cartolina.

sagra

Eventi che consentono di scoprire qualcosa in più sulla cultura ed il folklore locali sono la sagra dei fichi in giugno, e quella dei pesci, che si festeggia in luglio. Non meno affascinante la sagra di S’Arroseri, intitolata alla Madonna del Rosario, la patrona del paese, che si svolge ogni la prima domenica di ottobre.

Link di interesse